VeganStart

Come fare il cioccolato plastico

Cioccolato plastico: come si fa

Il cioccolato plastico è una speciale pasta impiegata per ricoprire o decorare dolci, al pari della pasta di zucchero o dell’MMF (Marshmallows Fondant). A differenza di questi ultimi due tipi, però, il cioccolato plastico risulta essere meno dolce. In tanti lo utilizzano per ricoprire un’intera torta o per realizzare delle gradevoli decorazioni. Estremamente modellabile, questa pasta viene usata dagli amanti delle torte artistiche, sempre più di moda negli ultimi anni.

Molto spesso quando si parla di cioccolato plastico ci si domanda se si tratta di un prodotto alimentare o semplicemente decorativo. In realtà svolge entrambe le funzioni poiché altro non è che un preparato al cioccolato che, lavorato insieme al glucosio, assume un aspetto per l’appunto “plastico”. Ciò significa che oltre ad essere estremamente modellabile è anche alquanto stabile. Se volete dare spazio alla fantasia, coinvolgendo nelle vostre lavorazioni dolciarie anche i più piccoli, proseguite nella lettura della nostra nuova guida. Vi riveleremo, passo dopo passo, come realizzare dell’ottimo cioccolato plastico!

Cioccolato plastico: come prepararlo

Per preparare il cioccolato plastico si può utilizzare sia il cioccolato bianco che fondente, in base ai gusti. Il procedimento è molto semplice, sebbene sia richiesta una certa attenzione in riferimento agli ingredienti ed alla loro lavorazione.

Ingredienti

La versione “professionale” prevede ad esempio, oltre al cioccolato, l’impiego di glucosio e sciroppo di zucchero. Questi vanno lavorati alla temperatura di 105-110°C. Qui vediamo come realizzare il cioccolato plastico nella versione “casalinga”, quindi più semplice e alla portata di tutti. Ecco gli ingredienti necessari:

  • Cioccolato fondente 200 gr
  • Glucosio 100 gr
  • Zucchero a velo

In generale, il cioccolato fondente dovrà essere sempre circa il doppio delle quantità di glucosio.

Procedimento

  1. Sciogliamo il cioccolato a bagnomaria portandolo a circa 40°.
  2. Aggiungiamo lo sciroppo di glucosio e mescoliamo.
  3. Utilizziamo un piano di lavoro per lavorare adeguatamente il composto ottenuto. L’uso di zucchero a velo potrebbe facilitare la lavorazione.
  4. Avvolgiamo il panetto ottenuto nella pellicola trasparente e facciamolo riposare in frigorifero per circa 30 minuti.
  5. Trascorso il tempo indicato, il cioccolato plastico sarà pronto per essere modellato.
  6. Lavoriamolo con un mattarello anche tra due fogli di pellicola.

Quando lavoriamo il cioccolato plastico, possiamo decidere di indossare guanti di plastica per evitare segni sulla superficie antiestetici. Una volta realizzato, il panetto potrà essere conservato in frigo, avvolto nella pellicola. Prima dell’impiego è opportuno lasciarlo a temperatura ambiente per circa 30 minuti. Oltre a strati, possiamo realizzare anche decorazioni con l’uso di spatoline.

Cioccolato plastico bianco, colorato e senza glucosio

La lavorazione del cioccolato plastico può prevedere anche l’impiego del cioccolato bianco o del cioccolato al latte. In questi casi il procedimento resta il medesimo, variando solo di poco la quantità di glucosio. Inoltre sarà possibile aggiungere coloranti alimentari per ottenere sfiziose preparazioni di vari colori.

Il glucosio, infine, potrà essere sostituito impiegando un mix di acqua e miele (nella medesima quantità).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *